Mèsico A Long Betrayal

Paolo Mazzacani ha dedicato gli ultimi 7 anni alla musica elettronica più raffina- ta, mescolandola con l’ambient e contribuendo a creare, assieme al socio Luciano Ermondi, uno dei nomi più di culto sulla scena europea: Tempelhof. Ora è pronto a dar vita al suo progetto più intimo e personale: Mèsico.

Intimo per i toni delicati dmesicoCOVER(press)800x800.jpgella sua musica, personale perchè tocca le corde più profonde dell’animo e per il moniker scelto, un omaggio al nonno.

“Mèsico era mio nonno, venuto al mondo nel mezzo dell’oceano, sul ponte più misero della nave che riportava in patria la sua famiglia, partita emigrante per il Brasile qualche anno prima.
Era l’inizio del Novecento. Raggiunta l’Italia, lo battezzarono col nome di Guido ma iniziarono presto a chiamarlo Giuàn, Giovanni, come il fratello maggiore che se ne andò adolescente cadendo dalla scala del granaio.

Era un tizio enorme, più largo che alto, forte come un toro, feroce, affamato.
Nel piccolo paese della campagna mantovana in cui divenne uomo, un posto esotico valeva l’altro; fosse Cile o Argentina, Brasile o Messico, appunto, non faceva alcuna differenza, così, eccolo marchiato a vita: Mèsico, con una esse sola, come vuole la spiccia fonetica del poco cerimonioso dialetto padano.
E Mèsico fu mio padre e Mèsico sono anch’io”.

134A3605.JPG

“A Long Betrayal”, questo il titolo dell’album, uscirà il 18 gennaio 2016, pubblicato da Riff Records e Upupa Produzioni e vede la partecipazione di musicisti quali Gionata Mirai (Il Teatro degli Orrori), Stefano Pilia (In Zaire, Afterhours, etc), Daniele e Riccardo Rossi e di Enrico Baraldi (Ornaments) nelle vesti di produttore. Il disco costituisce anche l’esordio discografico nella nuova veste di “solista”.

Per chi ancora non sa cosa aspettarsi quando un musicista di culto della scena elettronica imbraccia una chitarra acustica, la sorpresa sarà grande: ballads brevi ma di un’intensità lacerante, che lascereranno senza fiato.

CONTATTI
https://www.facebook.com/quevivamesico
https://soundcloud.com/mesico
Informazioni generali, promo, interviste:
alberto@hoodooh.com

Avventi (a-20)

COPERTINA_UFFICIALEScriviamo poco. Preferiamo “fare cose e conoscere gente” (cit.).

Scriviamo quando ci sono soddisfazioni in vista, o in corso. Ecco adesso c’è questo. C’è questo gruppo di scapestrati che sì e no fanno 80 anni in quattro ed hanno messo assieme un dischetto snello e veramente godereccio, l’hanno fatto registrare ad un altro giovanissimo (Lorenzo Borgatti), hanno curato l’uscita e l’hanno veramente “costruito” nel modo in cui un “artista indipendente” dovrebbe sempre fare. E adesso esce, per Upupa. E noi siamo contenti, ché “conoscere gente che fa cose” (cit.) è una grande soddisfazione; quando sono giovani e spregiudicati è anche meglio.

Insomma questo è Native e loro si chiamano strani così: Elephants Above Crocodiles che, con l’Upupa mettono assieme un bello zoo di animali fuori scala.

Loro saranno in giro da ora in avanti. Quindi in alto le orecchie.

Per ora possiamo dire che aspettiamo tutti quanti all’ormai tradizionalissimo Upupa X-Mas Fest il 26 Dicembre al Pasteggio a Livello (San Felice Sul Panaro – Mo) dove verrà presentato Native. Con DadamattoAftermath e i pazzipazzi Bianchini Fever djs. Perchè non esserci?

Poi, se per caso doveste sopravvivere alle feste e sapete di esservelo meritati, c’è il Carbone Fest IItargato Fooltribe a Manitese (Finale Emilia – Mo). Sul palco sempre gli Elefanti e oltre a loro i fratelli The Great Northern X, gli immensi Cut, gli americanissimi Talibam! e poi Pueblo People, i futuribili Tempelhof e tanto altro.

…e a voi, Babbo Natale che vi porta?

upupaxmas

Cose nuove e belle

threelakes

Esce oggi “War Tales”: il primo full lenght di Three Lakes & the Flatland Eagles. Luca Righi, mantovano di adozione, ci regala 10 tracce ricche di grazia folk e profonda ispirazione. Un universo intimo e dal respiro ampio. Una manciata di racconti in musica che, grazie alla sapiente produzione dell’Igloo Audio Factory, scivolano velocemente dalle orecchie al cuore. Un lavoro che si avvale di partecipazioni importanti come Emanuele Reverberi (Giardini di Mirò), Capra (Gazebo Penguins), Luciano Ermondi (Tempelhof) e Francesca Amati (Comaneci). L’universo di Three Lakes si amplia grazie ai Flatland Eagles, supergruppo formato da Andrea Sologni (Gazebo Penguins), Raffaele Marchetti (Red Line Season), Daniele Rossi (Reverve, Omid Jazi, Angus McOg), Lorenzo Cattalani (Monsieur Gustavo Biscotti, Giardini di Mirò), Paolo Polacchini (Three In One Gentleman Suit), il tutto mescolato dalla sapiente mano al live mix di Marco Chiussi. Da non farsi sfuggire per niente al mondo.

RELEASE PARTY: Mattatoio Culture Club, Carpi (Mo), SAB. 12 OTT. (opening act: Tempelhof)

Promo: sferacubica. Booking: CapraASCOLTA e ACQUISTA War Tales in Digital Download e formato Digipack CD QUI. SEGUI LE DATE E TUTTI GLI AVVENIMENTIda threelakesmusic.com

01_MaybeHappy_LourdesCabrera_Web800x800Beat Even” è il nuovo disco di Maybe Happy che, con questo nuovo lavoro aumentano la formazione, inserendo batteria acustica ed elettronica, ad arricchire le loro canzoni sussurrate, indolenti e minimali. Un gruppo che affascina ed avvolge con melodie crepuscolari, voci leggere, ed un beat semplice e costante. Un gruppo che ama arrivare alle orecchie degli ascoltatori senza filtri, nella maniera più rapida e diretta possibile. Per questo motivo trovate il FREE DOWNLOAD dal sito www.maybehappy.it. Quindi, a rigor di logica non esiste un motivo valido per non averlo già lì, a fianco a voi, dentro i vostri lettori, attorno alle vostre orecchie.

birdsbeardsUna delle più grandi soddisfazioni nella vita è poter vedere il frutto del proprio lavoro attraverso l’attività di altri, in particolar modo se questi “altri” sono giovani, giovanissimi. “New Birds No Beards” è uno split CD di 6 giovanissime band composte quasi esclusivamente da under 18. Questo lavoro è stato gestito direttamente dai giovani artisti che prendono parte all’uscita, con la supervisione di Upupa, e le 12 tracce (due per band) sono un variegato campionario di approcci molto diversi ma tutti sorprendentemente convincenti. Un disco giovane, ma non giovanilista, che stupisce e che fa ben sperare per il futuro della musica live. Consigliatissimo a quelli che credono che tutto sia già stato scritto e detto. ASCOLTA E ACQUISTA in formato CD carton wallet e Digital Download QUI.

Upupa Fest II

Intanto che i dischi escono, nuove band nascono, alcune band rinascono…
Le novità son talmente tante che non si riesce a stare al passo con i tempi e il sito un bel giorno ti bussa alla porta e chiede, giustamente, pure lui, attenzione… quindi vediamo un po di ricapitolare,

Nuove uscite:
JUNE MILLER, e fino a qui lo sapevamo, il disco l’avete preso?
beh basta scrivere una bella mail (upupaproduzioni@gmail.com) e il dischetto in pochi giorni è a casa vostra..

SEX OFFENDERS SEEK SALVATION,
son tornarti e scossi come non mai partoriscono TODO MAGNITUDOqui potete comprarlo nel suo splendore di 7 pollici.

E tra tutti i casini successi dopo il 20 maggio (….appena in tempo per l’upupa fest) si è trovato pure il tempo per organizzare UPUPA FEST II.
inutile dire che chi non c’era si è perso un evento eccezionale, forse una delle domeniche pomeriggio più bello del prossimo inverno, sì del prossimo inverno perché qui si guarda avanti.

Chi non c’era può sbavare guardando le bellissime foto del nostro amico MIC MAGLIO cliccando qui

il festival più bello di sempre, in uno spazio bellissimo tante bellissime band, è praticamente vietato mancare.
tu per primo.

per chi non si dissocia mai da facebook esiste un evento 

Sabato 5 maggio ore 16 : 00

a Finale Emilia c/o Manitese via camposanto 7/a
DUE PALCHI !!!
line up in ordine sparso :
Ultra Panda (Francia)
Three In One Gentleman Suit
Modotti
Miss Massive Snowflake (U.S.A.)
Quakers and Mormons
Cronauta
Socket
The Great Northern X
Mood
Sex Offenders Seek Salvation
Bob Corn
Ornaments
Senza Senso
SPazio Ristoro con Gnocco Fritto e Birrette Artigianali e Premiate!!! Tra le varie cose v i ricordo che: COMPRARE UN ARTICOLO DALLO SHOP DI UPUPA DURANTE IL MESE DI APRILE SIGNIFICA ENTRARE GRATIS AL FESTIVAL! Basta stampare la ricevuta di pagamento. O più semplicemente, segnalare all’e-mail upuapaproduzioni (at) gmail.com l’acquisto oltre al vostro nome e cognome sarà sufficiente per essere accolti con tanto di tappeto rosso senza sganciare un ghello. Upupa vi fa anche sentire un pò vip.

Un nuovo giro

Come avete potuto vedere molte cose sono successe. Piccole e grandi cose. Tutte assieme contribuiranno a modificare la vostra e la nostra primavera. Si potrebbe rimanere qui a far lunghe parole ma siamo didascalici (fino a un certo punto).

MODOTTI “migranti” – Si fa un gran parlare di questo album. Tirato, intenso, con testi in italiano molto belli. Se per caso non lo conoscete ancora, potete rimediare ascoltandolo QUI su Bandcamp e magari acquistandolo per una cifra “up to you”. Su modotti.it altre info.

QUAKERS & MORMONS “funeralistic” – Hip-hop da due metri sotto terra. Un concept sulla morte con ritmi e rime che sfondano i confini del genere. Hipster con il cervello. Una volta tanto. C’è il Free-Download QUI. Ma c’è anche la possibilità di prenotare la copia in vinile tramite Upupa.

BOB CORN “songs to the wind” – Tizio è tornato. Nuove canzoni, nuovo disco. Registrato da Giorgio Borgatti e suonato da una lista di musicisti da far accapponare la pelle, “songs to the wind” è disponibile ai banchetti e sopratutto in ascolto e digital download dallo Shop di Upupa. Visitate anche il sito di Fooltribe per informazioni e novità.

Immagine

Inoltre è in arrivo il primo FESTIVAL autocelebrativo di Upupa Produzioni. Stiamo definendo i dettagli e per ora possiamo dire che saremo in tanti, sarà primavera, sarà un giorno unico di fuoco e fiamme e ci saranno ULTRAPANDA (Francia – Les Disques du Hangar 221) che, non so se ve ne rendete conto, sono a dir poco imperdibili. Quindi orecchie ben aperte.

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora